QUANTO CONTA IL NOME DELL'AZIENDA CHE PRODUCE CUCINE???

Aggiornato il: 12 dic 2019


Spesso mi capita di sentire che una cucina di marca conosciuta è meglio di un'altra meno nota.

A volte si associa anche il fatto che una marca celebre sia più cara di una non famosa.

Sfatiamo questo mito, oggi tutte le aziende italiane si riforniscono dagli stessi fornitori per tutto l'occorrente necessario per produrre una #cucina, dai pannelli in #laminato per le ante e per il #top alla ferramenta (#cerniere, cassetti e sistemi rallentati).

A questo punto la domanda sorge spontanea..... allora le #cucine sono tutte uguali? No.

L'azienda investe soldi nella #ricerca di nuovi #design, nuovi materiali e in nuovi metodi d'assemblaggio della cucina; nelle procedure aziendali e produttive a partire dalla ricezione dell'ordine cliente, per passare alla conferma d'ordine per poi arrivare alla puntualità della consegna del #mobile. Scegliere un'azienda di #cucine significa quindi valutare la sua serietà in base all'utilizzo di ottimi materiali con un buon design e con la consegna dell'arredo nei tempi giusti rispettando le date prestabilite.

Ti faccio presente che l'80% della riuscita di un buon lavoro è dato dalla capacità del mobiliere o #rivenditore. Partendo dal rilievo delle #misure (se sono sbagliate si rovina tutto il processo), il progetto viene realizzato con l'unione delle tue esigenze e gusti con l'esperienza del rivenditore nel consigliarti la miglior soluzione (se non sa gestire bene gli spazi, gli attacchi idraulici ed elettrici lo spazio risulterà poco funzionale).

Importante è anche il #design, tutti i rivenditori dovrebbero avere un po' di gusto e un bagaglio tale da riuscire a soddisfare il tuo piacere personale, consigliandoti colori e materiali idonei per la realizzazione della tua #cucina (ad esempio, se a te piace la cucina bianca e la usi a livello professionale non può progettarti una cucina rossa con dei materiali delicati)


Una volta scelto il progetto e il rivenditore che più ti piace, quest'ultimo effettuerà l'ordine all'azienda produttrice, la quale, nella sua serietà, provvederà a controllare il #progetto, valutarne la fattibilità, rifare il disegno per la messa in produzione, e mandare una conferma dell'ordine con la relativa data di consegna (spesso le aziende meno serie non effettuano le conferme d'ordine e danno date di consegna approssimative).

Una volta ricevuta la conferma d'ordine, il rivenditore controlla il tutto e corregge eventuali errori, quando è tutto a posto da l' ok per la messa in produzione (se il rivenditore ci mette 15 giorni per confermare la tua cucina, quest'ultima rimane ferma per 15 giorni e i tempi di consegna lievitano).

La casa produttrice a questo punto assembla la tua cucina e programma la consegna al rivenditore (generalmente possono variare da 30 a 60 giorni in base ai materiali e alle finiture scelte in quanto alcune possono avere delle lavorazioni più lunghe).

Alcune aziende riescono a rinviare le consegne un paio di giorni prima della data comunicata in precedenza o a mandare solo una parte della cucina, da questo già si capisce che l'azienda è poco seria a prescindere dalla marca o meno (succede anche per marchi molto famosi).


Una volta ricevuta la merce, il rivenditore provvederà al montaggio della cucina a casa vostra, spesso affidandosi a dei montatori esterni o a suoi dipendenti, ma comunque il loro compito è importante come quanto quello di progettare la cucina (il progetto può essere bello sia nei colori sia ben funzionale ma se poi viene montata male il risultato sarà pessimo).

Ultimato il lavoro il rivenditore sarà a vostra disposizione per possibili problemi futuri, come ad esempio la registrazione delle ante o problematiche che possono sorgere con l'assestamento del mobile e/o l'usura.

Questo è il l'iter che si affronta per la realizzazione di una cucina, come potete notare, la serietà dell'azienda è importante anche se il lavoro e la responsabilità della buona riuscita rimane in mano al rivenditore dall'inizio fino al post vendita.

Il mio consiglio è di considerare molto di più il rivenditore che non l'azienda che rappresenta, in quanto se trovi una persona seria è automatico che essa lavori con aziende altrettanto serie. Non focalizzarti su marchi famosi, spesso risparmiano sui materiali e sui processi produttivi per investire in pubblicità non dando il giusto supporto al rivenditore per realizzare una cucina senza intoppi.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo con i tuoi amici su Facebook, se invece hai delle curiosità o delle problematiche, scrivi nei commenti il tuo pensiero, magari il prossimo articolo sarà dedicato a te.





80 visualizzazioni
logorosiellobianco.jpg

ROSIELLOARREDA.COM proprietà della ditta individuale Rosiello Stefano 

sede Via Orbassano 26, 10060 None(TO) Italia

 P.I. 10560270018 - C.F. RSLSFN83C01L219J

e-mail inforosiello@gmail.com

regolarmente iscritta alla camera di commercio di torino

con n° Rea TO-1143592